Distribuiamo vini da tre generazioni

Borgo Scopeto

Le prime notizie di Borgo Scopeto, nel comune di Castelnuovo Berardenga, risalgono al 1079, quando la cattedrale di Siena eresse un insediamento fortificato a difesa della città. Nel Quattrocento l’insediamento venne donato alla nobile famiglia senese dei Sozzini, che vi fondò una fiorente azienda agricola dedita principalmente alla coltivazione della vite e dell’olivo.

La prima bottiglia di Chianti Classico di Borgo Scopeto venne prodotta nel 1990 e sette anni dopo la tenuta fu acquistata da Elisabetta Gnudi Angelini, che iniziò subito i lavori di recupero del Borgo per trasformarlo in uno dei più affascinanti ed esclusivi relais della Toscana. Contestualmente viene costruita la nuova cantina di vinificazione e invecchiamento a qualche chilometro dal Borgo, in modo da razionalizzare tutto il processo produttivo e staccarlo dall’attività alberghiera.

Borgo Scopeto vanta una delle vigne più grandi della Toscana, che si estende senza interruzioni per ben 26 ettari in località Misciano e dà nome alla prestigiosa Riserva di Chianti Classico. Il Chianti Classico di Borgo Scopeto, nelle due tipologie di Annata e Riserva, è apprezzato in Italia e nel mondo per il suo stile perfettamente aderente al territorio e alla denominazione. A questi si affiancano il Supertuscan Borgonero e il Vin Santo Doc Chianti Classico. A Borgo Scopeto infine nascono anche uno straordinario olio extra vergine di oliva a Dop Chianti Classico.

Non perdere le nostre promozioni

Iscriviti alla newsletter